L’imprevedibile viaggio di Harold Fry, di Rachel Joyce

Descrizione
Titolo:
L’imprevedibile viaggio di Harold Fryfry
Autore: Rachel Joyce
Prezzo: euro 17,90
Pagine:
320
Pubblicazione: 2012
Editore:
Sperling & Kupfer (collana Pandora)

Trama
Una mattina Harold, un tranquillo pensionato inglese, riceve una lettere in cui lo informano che una sua vecchia amica, Queenie Hennessy, sta morendo in una casa di cura in un paesino ai confini con la Scozia. Decide quindi di scriverle una lettera ed esce di casa per imbucarla, ma arrivato alla prima cassetta delle lettere, spinto da un impulso improvviso, continua a camminare. Pensa che una lettera non basti e decide di andare da lei…camminando. Finché lui camminerà, Queenie vivrà e lo aspetterà. Inizia così il suo viaggio del tutto inaspettato, dal sud al nord dell’Inghilterra, con ai piedi le sue scarpe da vela. Durante il pellegrinaggio Harold incontrerà molte persone che gli racconteranno la propria storia e lo incoraggeranno a non mollare perché credono in ciò che sta facendo.

Recensione

Leggere questo libro è stato molto strano: un’altalena di emozioni che, nell’arco di poche pagine, passa dalla tristezza legata alla malinconia dei ricordi e delle prese di coscienza di Harold, alla leggerezza e al buonumore che trasmettono le descrizioni dei paesaggi e delle notti stellate.
A dispetto del titolo, non siamo di fronte ad una lettura spensierata, anzi…a tratti l’ho trovata molto soffocante ed opprimente perché probabilmente è questo quello che Harold sente per quasi tutta la durata del suo viaggio: un senso di oppressione e pesantezza nei confronti della vita.
E’ un libro molto ben scritto, che coinvolge il lettore conducendolo nel turbine dei ricordi della vita di Harold. La sua esistenza è stata da sempre un continuo succedersi di occasioni perse che lo hanno portato a vivere nella più totale apatìa: un’infanzia difficile, un rapporto pressocché inesisitente con il suo unico figlio, un matrimonio finito da circa venti anni. Queenie è stata la sua unica amica e confidente, la persona che più gli è stata vicino e che più ha dimostrato di poterlo capire, ed il viaggio per poterla finalmente ringraziare è, di fatto, la prima decisione importante  che Harold prende da quando è nato. Questo viaggio è la sua ultima occasione per fare i conti con il suo passato e per rimediare a tutti gli errori commessi, ma ripercorrere le varie tappe della sua vita è doloroso, proprio come lo è percorrere mille chilometri a piedi.
Ci saranno momenti in cui Harold penserà di mollare tutto perché convinto di non potercela fare, ma ogni volta ritroverà la forza di proseguire nelle storie delle persone che incontrerà e che imparerà a conoscere e ad apprezzare: storie che gli faranno rivivere ed affrontare i fantasmi del suo passato.

“Capì che il suo viaggio a piedi, quel camminare per espiare i propri errori, era anche un modo per accettare le stranezze degli altri. Essendo di passaggio, si trovava in un luogo dove tutto, non solo gli spazi, era aperto. La gente si sentiva libera di parlare, e lui era libero di ascoltare. Di portarsi via un po’ di loro. Troppe erano le cose che aveva trascurato, e quel poco di generosità lo doveva sia a Queenie sia al passato.”

Ho molto appezzato questo romanzo: l’autrice è riuscita perfettamente a trasmetter le emozioni del protagonista in tutte le sue fasi. Il cammino spirituale che compie Harold, le difficoltà che incontra e gli ostacoli che supera lo conducono a far pace con se stesso e con ciò che è stato, e ciò che rimane dopo l’ultima pagina è solo un sapore dolce.

L’autrice

Rachel Joyce è nata nel Gloucestershire, dove vive tuttora con il marito, i figli e tantissimi animali. Ha lavorato diversi anni per i canali radiofonici della BBC, scrivendo sia sceneggiati originali sia adattamenti di grandi classici della letteratura. Questo è il suo primo, celebratissimo romanzo, best seller in Inghilterra e in Germania, e in corso di pubblicazione in tutto il mondo.

Annunci

Un pensiero su “L’imprevedibile viaggio di Harold Fry, di Rachel Joyce

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...