“Le otto montagne” di Paolo Cognetti

Salve a tutti, cari lettori.
Oggi voglio parlarvi de Le otto montagne di Paolo Cognetti: uno di quei libri che ti 51CtvKYXUxL._SX313_BO1,204,203,200_lasciano dentro tutto un vortice di sensazioni e immagini che difficilmente si dimenticano.

Io ho preso questo questo libro in prestito dalla biblioteca della mia città, incuriosita in parte dalla copertina (eh, si… devo ammetterlo) ed in parte da come e da quanto se ne parla, soprattutto su internet.

Ho sentito di molta gente consigliarlo ed altra parlarne bene e, vendendolo casualmente in biblioteca, ho deciso di approfittarne per prendermi qualche giorno di pausa da I fratelli Karamazov, intraprendendo la (breve) lettura di un autore a me del tutto sconosciuto.

Il romanzo è diviso in tre parti introdotte da un prologo, che introduce il lettore in una situazione famigliare che farà poi da sfondo all’intera vicenda, evolvendosi.

Quella di Paolo Cognetti è una scrittura molto scarna, diretta, rapida, ma che non tralascia mai nulla: tutto sembra essere perfettamente studiato per trasmettere al lettore solo le informazioni essenziali ed importanti ai fini della narrazione.

In ogni pagina la montagna è sempre presente, ed essa ci viene presentata sotto tutti i suoi aspetti e con tutti i suoi paesaggi: c’è la montagna dei boschi e dei ruscelli, quella dei laghi e dei pascoli e, infine, c’è la montagna delle vette innevate coi suoi enormi ghiacciai, ed ogni personaggio del romanzo di Cognetti appartiene ad uno di questi scenari montuosi ed in esso si rispecchia anche caratterialmente.

Penso che Le otto montagne si possa definire a tutti gli effetti un romanzo di formazione, in cui il legame con la montagna è così talmente profondo e radicato negli animi dei personaggi, che essa diventa un vero e proprio modo di intendere la vita, facendo di questo lavoro un romanzo esistenzialista che scava nell’animo del protagonista, tra ricordi e affetti.

Una piacevole sorpresa, quindi, che non posso fare a meno di consigliarvi.

Una veloce ed intensa lettura che vi catapulterà a tremila metri d’altezza, dove l’unico rumore che resta è quello dei ricordi.

 

Come sempre vi lascio il link per acquistare questa meraviglia su Amazon.
http://amzn.to/2pdwc3D

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...