Leggere Harry Potter a 27 anni

Hogwarts-castle-harry-potter-166431

La mia lettura della saga di Harry Potter è terminata ormai da circa due settimane, ed è anche un bel po’ di tempo che non aggiorno il blog, ma dopo “Harry Potter e il Calice di Fuoco” è stata tutta una rapida discesa fino alla fine e non me la sono più sentita di descrivere ogni tappa singolarmente; anche perché ad un certo punto è diventato come leggere un unico grande libro, e quindi preferisco parlare di questa saga dandone dei pareri basandomi su una visione complessiva piuttosto che esprimendo giudizi sui singoli capitoli.

Inizio nel dirvi che è una lettura che non ha età.
Che tu sia un bambino, un ragazzo o un adulto leggere Harry Potter non può che farti star bene, quindi se non l’hai ancora fatto non aspettare oltre e procurati i libri, ma prendili tutti in un’unica volta, perché non potrai fare a ameno di leggerli uno dietro l’altro e probabilmente non avrai voglia di aspettare del tempo per sapere come va avanti la storia.

Ma perché la saga di Harry Potter piace così tanto?
La risposta non è semplice e neanche scontata.
Io penso che la storia scritta dalla Rowling piaccia così tanto perché parla di cose che ci appartengono.
Tutti siamo andati a scuola, tutti abbiamo a cuore i nostri amici e tutti abbiamo stimato, amato, a volte odiato i professori; quindi è facile e naturale immedesimarsi nel maghetto più famoso del mondo, anche quando sbaglia o quando non capisce cosa stia succedendo, perché tutti siamo stati giovani e ingenui.
Ma Harry Potter piace anche perché prende tutto quello che abbiamo vissuto e lo trasporta in un mondo Hogwarts_coat_of_arms_color.svgfantastico e straordinario.
La Rowling ha costruito un mondo tutt’altro che perfetto ma estremamente affascinante. L’atmosfera che si respira ad Hogwarts è calore familiare e felicità: ogni volta che si legge della festa di Halloween o del Natale, è un po’ come vivere qualcosa che conosciamo già ma che ci piace ogni volta di più.
Per sette libri gli avvenimenti narrati vengono scanditi da periodi e festività che si ripetono e alle quali ci si affeziona.
Le zucche di Halloween, i dodici alberi nella sala grande di Hogwarts, i maglioni fatti a mano dalla signora Wesley… queste sono tutte cose che creano e generano un sentimento di calore familiare in chi legge.
Si ama Harry Potter soprattutto per questo.

Poi ci sono i personaggi.
I personaggi della Rowling non sono mai completamente buoni o completamente cattivi ma, come le persone reali, anche loro hanno un lato buono ed uno cattivo e compiono scelte a volte giuste e a volte sbagliate.
Sono personaggi che si scoprono pian piano e si lasciano amare ed odiare in momenti diversi.
Tutti hanno una propria evoluzione, una propria crescita e maturazione.
A volte qualcuno si pente delle proprie scelte e cerca di redimersi; altre volte, invece, può succedere che qualcuno tradisca senza provare rimorso, ed allora sarà difficile trovare il perdono per il male commesso.
Penso che ci siano degli insegnamenti importanti dietro i personaggi dell’universo di Harry Potter: la Rowling ci dice che è bene fidarsi di un amico, ma bisogna scegliere bene i nostri confidenti se non vogliamo rischiare di essere traditi.
Ci insegna poi che non sempre dietro un comportamento freddo e ostile si cela una persona malvagia, perché forse dietro la dura corazza che vediamo si cela la persona più buona e altruista del mondo.
Ci insegna anche che non esiste un’età per dimostrare di essere dei grandi e che anche un grande può ritrovare il ragazzo che è in sé, ma che deve lasciarlo andare, perché la vita va sempre avanti ed il passato non torna per nessuno.
Ma tutto questo si aprirà solo agli occhi dei fortunati che leggeranno la saga per intero, perché i personaggi ed i legami che li uniscono si scoprono gradualmente.
E’ un po’ come fare la conoscenza di nuove persone e approfondirla con il tempo.
Alla fine ci si affeziona sempre.

Ma Harry Potter è un fantasy?
Sì, è un fantasy… più precisamente direi che è un high fantasy.
Ma non è solo questo, perché man mano che si va avanti nella storia emergono sempre di più le caratteristiche del giallo e del thriller con scene e situazioni al limite dell’horror.
Insomma… una lettura che vi terrà ben svegli ed incollati alle pagine anche se non siete amanti del genere fantasy.

Questo è tutto quello che mi sento di dirvi a lettura terminata.

Vi consiglio di leggere questa saga se non lo avete fatto, perché ne vale veramente la pena, anche se credo che ormai siano pochi i lettori che non hanno avuto tra le mani questi libri.

Io sono contenta di averlo fatto.

50911_ppl
Qui troverete la serie completa dei libri di Harry Potter.

 

Annunci