Mid Year Book Freak Out Book Tag

Buona sera a tutti, cari lettori.
Ultimamente sono un po’ assente (un po’ più del solito), e mi giustifico dicendovi che il caldo mi sta togliendo la voglia di fare qualsiasi cosa, anche di leggere.
Ma supererò questo periodo e tornerò a scrivere qui sopra con più frequenza.
Promesso.

Ma ora iniziamo a rispondere alla nomina di Baylee (che ringrazio) a questo simpatico booktag.

mid-year-book-freak-out

Miglior libro che hai letto per ora nel 2017

Sicuramente I Fratelli Karamazov di Dostoevskij. Non nego che sia stata una faticaccia leggerlo tutto, ma ne è valsa veramente la pena.

Miglior sequel che hai letto per ora nel 2017

L’unico sequel che ho letto quest’anno è La porta di Tolomeo di Jonathan Straud, ovvero il terzo volume della Trilogia di Bartimeus.

Nuova uscita che non hai letto ma che vuoi leggere

Sarei molto curiosa di leggere La più amata di Teresa Ciabatti.

Nuova uscita che attendi con trepidazione per la seconda metà dell’anno

In realtà nessuna. Non sto molto dietro alle nuove uscite, in genere le mie scelte di lettura riguardano libri già usciti da anni.

Peggior libro

Sicuramente Dodici di Zerocalcare. Dopo La profezia dell’armadillo non riesco proprio ad apprezzarlo.

Miglior sorpresa

Da quassù la Terra è bellissima di Toni Bruno. Veramente una bellissima graphic novel.

Nuovo autore preferito (nuovo per te o che ha appena debuttato)

Quest’anno ho scoperto Milan Kundera con L’insostenibile leggerezza dell’essere e sono curiosa di leggere altro di questo autore.

Nuova crush letteraria

Beh… direi Bartimeus.

Un libro che ti ha fatto piangere

Piangere no, ma ci è andato vicino. Sto parlando de La storia infinita di Michael Ende.

Un libro che ti ha reso felice

Sicuramente Olga di carta di Elisabetta Gnone: tanta dolcezza e tanta allegria.

Nominati

Take a book and drink a coffee with me

Pensieri spelacchiati

Pistacchi di carta

La libreria di Gabri

Lea e l’inchiostro

LUNA LOVEBOOK

 

 

 

Annunci

25 indiscrete domande letterarie

1430028126-pila-libri

Salve a tutti.
Vi ricordate le 25 indiscrete domande letterarie? E’ un tag che rimbalza tra canali youtube e blog personali dal 2011 e che tutti (ma proprio tutti) hanno fatto.
Tutti tranne me, a quanto pare.
Quindi ho pensato di recuperare queste domande per farmi conosce re un po’ meglio da voi e per presentarvi meglio i miei gusti letterari.

Buona lettura 🙂

1. Come scegli i libri da leggere?

In genere scelgo le mie letture in base alle opinioni che ne sento in giro e in base alle recensione che ne fanno sui vari blog o canali youtube.
Altre volte invece capita che semplicemente mi sento ispirata dal titolo.

2. Ti fai influenzare dalle recensioni?

Si, come ho detto prima, ma a volte capita che io mi trovi in disaccordo. Quindi mi faccio influenzare, ma non troppo.

3. Dove compri i libri: in libreria o online?

Oramai li compro praticamente solo online, a meno ché non mi capiti di ritrovarmi casualmente nei pressi di una libreria dell’usato.

4. Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro oppure hai una scorta?

Ho una scorta talmente grande che credo non mi basterebbero due vite per leggere tutti i libri che ho accumulato in modo totalmente sconsiderato. Devo darmi una mossa.

5. Di solito quando leggi?

Il momento della giornata che preferisco per dedicarmi alla lettura è il primo pomeriggio.

6. Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?

No, sono abituata a leggere i mattoni. I libroni non mi spaventano.

7. Genere preferito?

Il romanzo storico. E il fantasy.

8. Hai un autore preferito?

No. Leggo raramente bibliografie intere perché preferisco spaziare piuttosto che fermarmi ad un singolo autore. Quindi non ho un autore preferito di cui leggo tutti i libri.

9. Quando è iniziata la tua passione per la lettura?

In terza media, quando lessi Il ritratto di Dorian Gray. Mi ricordo che ne rimasi del tutto rapita. Mi piacque molto e lo rilessi qualche anno dopo.

10. Presti i libri?

Non a tutti. Li presto solo a chi sa trattarli. Se qualcuno mi rovina i libri, mi arrabbio.

11. Leggi un libro alla volta o riesci a leggerne diversi insieme?

preferisco leggerne uno alla volta, così da terminarlo in minor tempo. Ma ci sono periodi in cui ne leggo anche 4 insieme.

12. I tuoi amici/famigliari leggono?

Alcuni, chi più e chi meno.

13. Quanto ci metti mediamente a leggere un libro?

Dipende da quanto riesce a coinvolgermi: tre giorni o due settimane. Se è particolarmente voluminoso e impegnativo, anche più di un mese (come è stato per Via col vento).

14. Quando vedi una persona che legge (ad esempio sui mezzi pubblici) ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro?

Si, se posso lo faccio. Mi incuriosisce sapere cosa legge la gente.

15. Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto quale sarebbe?

Probabilmente resterei a pensarci per troppo tempo e alla fine, in preda alla più totale indecisione, non riuscirei a salvarne nessuno.

16. Leggi libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) o solo libri che possiedi?

Non mi capita quasi mai di leggere libri prestati da amici, mentre mi è capitato in passato di frequentare la biblioteca. Ultimamente leggo per lo più libri che possiedo o che acquisto.

17. Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire?

I Malavoglia di Giovanni Verga, L’Usignolo di Kristin Hannah, Amabili resti di Alice Sebold…se un libro non li piace, non mi prende e non mi trasmette nulla, non esito ad accantonarlo.

18. Hai mai comprato un libro solo perché aveva una bella copertina, e cosa ti attrae nella copertina di un libro?

Non ho mai comprato un libro solo perché la copertina è bella. Mi attraggono molto le copertine colorate che spiccano sullo scaffale o con le bordature dorate, ma se non conosco il libro e la trama, non lo compro.

19. C’è una casa editrice che ami particolarmente, e perché?

Possiedo molti libri della Mondadori, soprattutto classici, e mi trovo abbastanza bene con le sue revisioni e traduzioni.

20. Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni “al sicuro” dentro casa?

Porto sempre un libro con me, soprattutto se mi trovo a viaggiare da sola. Leggere in treno aiuta a far passare il tempo più velocemente.

21. Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente?

Che ci faccio qui? di Bruce Chatwin.

22. Come scegli un libro da regalare?

In genere evito di regalare libri perché leggere è un qualcosa di troppo personale, ma se conosco la persona molto bene, tento di trovare una via di mezzo tra i miei gusti e quelli della persona in questione. Non posso regalare un libro che non mi piace.

23. La tua libreria è ordinata secondo un criterio, o tieni i libri in ordine sparso?

Attualmente ho ordinato i libri per case editrici e edizioni, ma sono disposti su più file per mancanza di spazio. Quindi non sembrano ordinati, ma in realtà lo sono.

24. Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti?

Le leggo. C’è un motivo se ci sono delle note, no?

25. Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libri o le salti?

In genere le leggo. A volte prima di iniziare il libro, altre volte a lettura terminata.

Queste sono le mie risposte alle 25 indiscrete domande letterarie e le mie abitudini da lettrice.

Vi auguro una buona serata e vi rimando alla prossima.

Ciao!

Liebster Award

Regole:
1. Pubblicare il logo del Liebster Award sul proprio blog.
2. Ringraziare il blogger che ti ha nominato e seguirlo
3. Rispondere alle sue 11 domande.
4. Nominare a tua volta altri 11 blogger con meno di 200 follower.
5. Formulare altre nuove 11 domande per i tuoi blogger nominati.
6. Informare i tuoi blogger della nomination.

wp-1462967695626

Ringrazio Elle di Libri per avermi nominata e le faccio i miei complimenti per le interessanti domande in questo Liebster Award.

Cominciamo a rispondere!

1. Con quale autore, del presente o del passato, usciresti a cena insieme?
Mi piacerebbe molto uscire a cena con Stefano Benni.
Era il mio scrittore preferito al liceo e mi ha sempre affascinata molto la sua scrittura e il suo stravagante umorismo.
Vorrei fare lunghe chiacchierate con lui.

2. Quale creatura sovrannaturale saresti?
Un mezzelfo!

3. Qual è il tuo genere di musica preferito?
Non ho un genere preferito perché ascolto musica diversa in base all’umore, al periodo dell’anno o alla situazione in cui mi trovo.
Da qualche tempo a questa parte la musica che ascolto di più è quella del Settecento.

4. Se potessi scegliere un universo fantasy nel quale vivere, quale sceglieresti?
Sicuramente ad Arda, più nello specifico a Rivendell.

5. Una citazione (tratta da un libro o da una canzone) che ami.
“Conosco la metà di voi soltanto a metà; e nutro, per meno della metà di voi, metà dell’affetto che meritate.”

6. Preferisci i libri corti o i “mattoni”?
In genere sono attratta dai mattoni. Ancor meglio se classici.

7. Un libro e un cd dai quali non ti separeresti mai.
Difficile rispondere…direi Il Signore degli Anelli di Tolkien e Marinai, Profeti e Balene di Vinicio Capossela.
Poi se dovessi scegliere un CD senza avere la possibilità di poterne ascoltare nessun altro, credo che me ne procurerei uno con tutte le sonate di Bach per flauto e clavicembalo.
Mi accontenterei di questo 🙂

8. Fai qualche genere di collezione?
Per un certo periodo ho collezionato le spille dell’Hard Rock Cafè, alcune delle quali in edizione limitata.
Poi, successivamente, ho collezionato le carte di Magic e ne ho accumulate parecchie…ma in genere questi periodi durano poco.
Non sono una collezionista, anche se a volte ci provo.

9. Qual è il tuo personaggio storico preferito?
Lucrezia Borgia. Vorrei leggere qualcosa su di lei, la sua figura mi intriga molto in questo periodo.

10. Credi nel paranormale?
Direi di no.
Direi.

11. Quale quadro ti rappresenta di più?
Non ho un quadro in particolare che possa rappresentarmi o che potrei indicare come mio preferito, ma adoro i paesaggi di Aivazovsky.

 

blick_von_der_lagune
Ecco ora le mie 11 domande:

1. Qual è il tuo autore preferito?
2. Pensi che la visione di un film tratto da un romanzo possa poi rovinare o compromettere la lettura del libro?
3. Quale genere letterario preferisci?
4. Preferisci comprare libri in libreria, leggere in e-book o prendere volumi in prestito dalla biblioteca?
5. Segui un criterio per tenere i tuoi libri in ordine sugli scaffali?
6. Saghe o libri auto conclusivi?
7. C’è un libro che ti ha aiutato in un momento particolare della tua vita?
8. Un classico che proprio non riesci ad apprezzare.
9. Leggi le graphic novel?
10. Realismo o fantasia?
11. Quanti libri leggi in media in un anno?

Ed ecco i miei 11 tag:

thebookcaseofmymind

Un viaggio e un libro

E ora…che leggo?

la ragazza con la testa tra i libri

Solo libri belli

hysteric misanthrope

bookslover668

Chez Giulia

Le collezioniste di libri

Una Ladra di Libri

Sospiri Condivisi

BUON DIVERTIMENTO!

 

 

 

 

 

Coffee Book Tag

Buon pomeriggio!
Oggi è domenica ed è una bella giornata…quindi mi rilasso con questo simpatico book-tag che ho trovato in giro 😉

Mondila-Caffè

The_Giver_first_edition_1993Nero: Una serie poco coinvolgente ma che ha fan accanitissimi.
Io in genere leggo libri auto conclusivi, quindi per me il mondo delle trilogie e delle tetralogie è ancora molto oscuro, ma per esperienza personale però potrei citare The Giver di Loris Lowry. Ho iniziato a leggerlo perché ne avevo sentito parlare bene, ma…non sono riuscita ad arrivare alla fine del primo libro e l’ho abbandonato a pochi capitoli dalla fine. EpIl-tredicesimo-donopure a molti piace…

Peppermint mocha: Un libro che diventa più popolare in inverno o durante le festività.
Ultimamente sto notando che nel mese di dicembre si parla spesso di Il Tredicesimo Dono di Joanne Huist Smith, ma non avendolo letto non posso dire molto a riguardo. Lo leggerò.

Cioccolata calda: Il miglior libro per ragazzi.index
Sette Minuti Dopo la Mezzanotte
 di Patrick Ness. L’ho adorato. Da leggere assolutamente.

32173-rizzoli---tinderCaffè doppio ristretto: Un libro che ti ha tenuto sulle spine dall’inizio alla fine.
Di recente ho provato questa sensazione leggendo Tinder di Sally Gardner: un libro dal quale non ci si riesce a staccare.

Starbucks: Un libro che vedi ovunque.9788804625360_0_500_0_75
Io Prima di Te
 di Jojo Moyes, ma non l’ho letto (e non so se lo farò).

Quel coffee shop hipster: Congratulati con uno scrittore indipendente.
Non ho letto alcun libro di scrittore indipendente ultimamente, quindi non saprei.

884292492X023425-160x243Oops! Per sbaglio mi hanno dato un decaffeinato: Un libro dal quale ti aspettavi molto.
Riponevo grandi aspettative in Prima dell’Apocalisse di Christopher Galt, ma l’ho abbandonato verso la metà. Non mi ha preso minimamente.

La miscela perfetta: Un libro o una serie sia amara che dolce, ma soddisfacente.
Mi vene in mente Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R.R. Martin: sentimento, amore, tradimento, onore, rispetto, dolore, speranza, disperazione…e soddisfacente sotto ogni aspetto.
trono

Star Wars Book Tag

Salve a tutti e buona domenica!
Questo pomeriggio mi sono imbattuta casualmente in questo simpatico book-tag ispirato a Star Wars che mi piacerebbe tanto mostrarvi.
Quindi iniziamo subito!

star_wars_cover_1

1. R2-D2 – Un libro che ti ha fatto ridere.
Recentemente mi sono ritrovata a ridere mentre leggevo Il Diario di Bridget Jones di Helen Fielding.

2. Padme Amidala – Un personaggio femminile combattivo.
Arya Stark. Chi più di lei?

3. Leia Organa – Un triangolo amoroso.
Rossella O’Hara – Rhett Butler – Ashley Wilkes.

4. Luke Skywalker – Un autore emergente o che hai appena scoperto e ti ha conquistato.
Quest’anno ho scoperto Rachel Joyce con L’imprevedibile viaggiod di Harold Fry, un libro struggente. Molto bello 🙂

5. Anakin Skywalker – Un libro o una serie che ti è piaciuta ma dal finale deludente.
Un finale deludente che mi viene in mente è quello de L’ombra del vento di Zafòn…ma, ad essere sincera, il libro ha iniziato a deludermi da circa metà.

6. Qui-Gon Jinn – Il personaggio che muore nel peggiore dei modi.
Eddard Stark. Ci sono rimasta troppo male.

7. Han Solo – Un personaggio insolente.
Mi viene in mente Robin Hood di Robin Hood: il principe dei ladri di Alexandre Dumas.

8. Imperatore Palpatine – Il libro con le ambientazioni più spettacolari.
Il Signore degli Anelli.

9. Ben Kenobi/Obi-Wan Kenobi – Un libro nel quale riponevi le più basse aspettative ma che poi ti ha sorpreso.
L’uomo che cadde sulla Terra di Walter Tevis. La fantascienza non mi attrae troppo, ma questo libro mi è piaciuto molto.

10. Yoda – Un libro che ti ha insegnato qualcosa e che ti ha fatto crescere.
De Profundis di Oscar Wilde.

11. Darth Vader – Il tuo villain preferito.
Frollo. Ma perché gli ho voluto bene, in fondo.

tfa_poster_wide